inps-logojpgdownloadjpg

logos1pnglogo-ciujpg

Chi è in possesso di una laurea e dei 24 CFU è abilitato all’insegnamento. Con questa conclusione il Tribunale di Roma ha dato il via ad una vera e propria rivoluzione nella scuola italiana. Quanto sostenuto dal Sindacato Asset Scuola nel corso degli ultimi anni e confermato nei mesi scorsi anche dal Consiglio di Stato, ha trovato oggi pieno Accoglimento con Sentenza. È bene precisare comunque che la mancanza dei 24 cfu non preclude la possibilità di far valere il diritto ad ottenere l’inserimento in seconda fascia.

L’obiettivo è quello di permettere a tutti coloro che risultano inseriti in II Fascia, o che entreranno nella medesima prima del concorso, di partecipare direttamente alla nuova Procedura concorsuale Semplificata. I Laureati inseriti in II Fascia potranno accedere alla nuova procedura concorsuale espletando soltanto la prova orale, e per tale via Ottenere la stabilizzazione del proprio rapporto di lavoro. Si ricorda, inoltre, che la gran parte delle supplenze vengono ogni anno attribuite ai Docenti inseriti nella II Fascia delle Graduatorie d’Istituto.

La Direzione Nazionale del Sindacato Asset Scuola, sulla scia dei recenti successi ottenuti e della Sentenza del Tribunale di Roma, ha deciso di aprire i termini di Adesione al ricorso per l’Inserimento in Seconda fascia dei laureati non abilitati.

Per Aderire invia un’email all’indirizzo assetscuola.ag@gmail.com oppure contattaci ai numeri 3246142763 - 3283881542. I nostri responsabili restano a disposizione per fornire i chiarimenti richiesti.