inps-logojpgdownloadjpg

logos1pnglogo-ciujpg

Riforma-Scuola-Abolizione-Abilitazionejpg

Con l’applicazione della legge 107/15 (c.d. legge sulla Buona Scuola) il disegno maldestro del legislatore è sfociato nell’abolizione di ogni forma di abilitazione all’insegnamento. In aperta violazione della normativa comunitaria, il legislatore italiano ha eliminato in un colpo solo il sistema di abilitazione in Italia.

Il Consiglio di Stato, con la Sentenza N.3546/18 e le recenti Ordinanze N.3764/18 e 4176/18, ha finalmente riconosciuto l’illegittimità della normativa che impedisce ai laureati e diplomati di conseguire l’abilitazione all’Insegnamento. Il testo della nuova Riforma, ancora  da definire in ogni sua parte, ha ripetuto gli stessi errori del passato.

I futuri concorsi, strutturati su base regionale, daranno vita ad una graduatoria con validità di 2 anni al termine dei quali le graduatorie perderanno ogni validità.Dalla bozza della nuova proposta sta emergendo, dunque, una confusione ancora maggiore rispetto al testo della legge 107/15.

La Direzione Nazionale del Sindacato Asset Scuola, sulla scia dei recenti successi ottenuti, ha deciso diriaprire i termini di adesione al ricorso perlInserimento in II Fascia dei Laureati non abilitati.

Per Aderire  invia un’email ad assetscuola.ag@gmail.com oppure contattaci ai numeri  3246142763 - 3283881542 . Un nostro responsabile le fornirà tutti i chiarimenti richiesti.