inps-logojpgdownloadjpg

logos1pnglogo-ciujpg

Decine di migliaia di precari della scuola italiana, dopo l’abolizione del concorso riservato al personale con almeno tre anni di servizio, sono stati ancora una volta dimenticati dal Miur. Il Ministero ha tradito le aspettative dei precari della scuola italiana, nonostante le disposizioni europee, tra le quali la Direttiva N.1999/70 CE, stabiliscano dei criteri certi per tutelare e garantire la stabilizzazione del rapporto di lavoro.

Asset Scuola, prendendo atto delle recenti pronunce giurisprudenziali, ha avviato un ricorso gratuito che potrebbe garantire ai precari della scuola italiana di ottenere la stabilizzazione del rapporto di lavoro. L’obiettivo è quello di ottenere l’Immissione in ruolo sia a favore dei docenti precari che a favore di tutte quelle categorie di docenti in possesso dell’abilitazione all’insegnamento anche senza servizio.

Il Sindacato Asset Scuola, da anni al fianco dei precari della scuola italiana, si batterà nelle aule di giustizia affinché le categorie di seguito indicate possano ottenere la stabilizzazione del rapporto di lavoro :

  • Docenti precari con 3 anni di servizio;
  • Diplomati ITP anche senza servizio;
  • Diplomati Magistrale Ante 2002 anche senza servizio;
  • Docenti Abilitati per la Scuola secondaria di primo e secondo grado anche senza servizio;
  • Docenti di ruolo al fine di ottenere il passaggio in un altro ordine di istruzione.

Per ogni categoria verrà presentata un’azione autonoma.

L’obiettivo è quello di creare i presupposti affinché alle categorie considerate venga riconosciuto il diritto all’immissione in ruolo.

Per Aderire invia un’email all’indirizzo assetscuola.ag@gmail.com oppure contattaci ai numeri 3246142763 - 3283881542. I nostri responsabili restano a disposizione per fornire i chiarimenti richiesti.